Cosa dicono di noi

La vostra opinione...conta !!

 

Commento di Melissa Calzolari, direttrice,coordinatrice ed educatrice dell’Asilo Nido Meralò di Rastignano

L’ anno scolastico, dell’ asilo nido Meralo’, volge al termine. È giunto il momento di tirare le somme di un anno intenso, impegnativo ma soprattutto bellissimo e ricco di opportunità che i nostri bambini hanno saputo cogliere ed apprezzare. In virtù di ciò, un ringraziamento speciale e sentito da parte dell’intero gruppo dei bambini, di tutti i loro genitori e di noi dade, nonché titolari e proprietarie dell’asilo, lo dobbiamo alla nostra magic teacher Samantha Zoppi che con professionalità, passione, carisma e soprattutto competenza, ci ha accompagnato nel mondo di Hocus and Lotus. In 17 anni di esperienza nel campo della scuola materna e dell’asilo nido, ho visto susseguirsi diversi corsi il cui obbiettivo era quello di insegnare ai bambini delle parole in inglese, ma nulla a vedere con il corso di bilinguismo e sopratutto con il metodo offerto da “dada Sam”. I risultati sono stati, fin da subito, evidenti, non solo nell’ ora dedicata a questa attività, nella quale i bambini seguivano con interesse e si applicavano con volontà e spensieratezza, ma anche durante l ‘arco della giornata, a scuola come a casa, nella quale i bambini, entusiasti di ciò che avevano appreso, ripetevano, contestualizzandoli, termini in lingua inglese. Per noi, il metodo proposto da Samantha, così come Samantha stessa, sono stati una piacevole scoperta, un surplus che continueremo ad offrire alle famiglie del nostro asilo nido, convinte di quanto ciò sia prezioso!

Commento di Barbara R. genitore di Sveva (5 anni)

Per noi lo scopo del far passare una bella ora a Sveva a giocare in inglese è pienamente soddisfatto!! Adora la Magic Teacher  Samantha, quindi al di là del metodo, lei per Sveva fa sicuramente la differenza.
Per quanto riguarda l’apprendimento noi non siamo quelli che insistono, chiedono, pressano…ogni tanto le parlo in inglese e se lei ne ha voglia bene, se non ne ha voglia smetto subito….se la parola in inglese viene da lei la riempio di complimenti e così, piano piano, cerco di farle per lo meno capire che conoscere una lingua è bello e apre tante opportunità!

Commento di Francesca M. mamma di Federico (5 anni)

Già dopo la prima lezione con le avventure di Hocus&Lotus e la Magic Teacher Nathalie mio figlio Federico è contentissimo, si diverte, apprende con naturalezza ma soprattutto tutto felice mi ha detto: “Mamma, finalmente capisco! Che bello!”

Untitled design-2

Commento di Gessica C. mamma di Alice (3 anni)

Per quanto riguarda il primo ‘magic’ anno di Alice con la Magic Teacher Nathalie, per noi è stato molto positivo. Alice è stata abituata fin da piccolissima sia alle canzoni che ai cartoni in inglese, tanto che appena ha iniziato a parlare e a cantare non faceva differenza tra canzoncine in italiano e in inglese. Dalle prime lezioni di Hocus and Lotus però abbiamo subito notato che sempre più spesso prendeva l’iniziativa di parlare in inglese, cosa che non aveva mai fatto, contestualizzando perfettamente quello che diceva. Il primo esempio è stato un giorno in cui dovevamo uscire e lei sulla porta di casa ci chiamava “Mamma, papà! Come on!”. E questo è stato solo l’inizio! Leggiamo i libri di Hocus and Lotus praticamente tutti i giorni, anzi adesso li legge lei per me, un po’ mimando la mia lettura un po’ cantando le canzoni dell’episodio. E ci siamo portati Lotus anche nel nostro viaggio in Sicilia dai nonni, come puoi vedere nella foto che ti allego.

Quindi bilancio più che positivo e tanta voglia di continuare questo percorso.

ZIPPE_Alice

Untitled design-2

Commento di Chiara B. genitore di Christian R. (4 anni)

Mio figlio adora ascoltare e guardare le storie di Hocus&Lotus, ormai le sa tutte. E’ sempre entusiasta di andare a lezione con la Magic Teacher Samantha, diversamente da altre attività che gli abbiamo fatto fare in passato.
A Christian piace a colazione contare in inglese i biscotti che gli mancano da mangiare; quando piove dice “It’s raining” e quando vede il fango dice “mamma, mud!!”.
Ho capito che la ripetitività e il coinvolgimento all’interno della storia è molto utile nell’apprendimento.

 

 

Commento di Raffaella R. mamma di Nicola (6 anni)

Sono molto contenta! A casa è capitato che mi chiedesse ” Posso dire una cosa in inglese?..” oppure corregge il fratello maggiore “Si dice così…” :-D.
Potrebbe esprimersi più spesso ma è un pò timido. Oltre al corso con la Magic Teacher Nathalie, ci vediamo ogni tanto con un gruppo di bambini per parlare in inglese (un papà madrelingua inglese li coinvolge in giochi e letture).
Commento successivo: i genitori del gruppo hanno notato una notevole differenza di apprendimento della lingua tra Nicola che fa il corso e gli altri ! 

Untitled design-2

Commento di Ilenia N. mamma di Filippo (6 anni) e Martina (10 anni)

A casa Martina e Filippo – che hanno frequentato tutti e due il secondo livello delle Avventure di Hocus&Lotus con la Magic Teacher Nathalie–  giocano assieme riproponendo le storie dei personaggi facendo parlare i pupazzi in inglese, leggono e guardano assieme i libri e i cartoni e ormai Filippo risponde solo in inglese alle mie domande oppure se deve contare lo fa in automatico in inglese e non più in italiano… 😀

martina-e-filippo-tedeschi

Untitled design-2

Commento di Susanna C. genitore di Olivia V. (3 anni)

Pensavo che fosse negativo dover partecipare alle lezioni nella modalità playgroup quindi reputavo un onere la necessità della presenza dell’adulto e invece condividere questa esperienza è servito per riprodurla a casa. Se so cosa si fa con la Magic Teacher Samantha, posso condividere meglio con Olivia. Lei dal canto suo può contare sul fatto che quello che fa e che dice a casa viene capito al volo dalla mamma: una sorta di complicità.
Una volta ho sgridato Olivia, in italiano, per qualcosa che aveva combinato, e lei per prendermi in giro, ha fatto lo sguardo buio, mi ha puntato il dito e ha detto: “did you do this?”
Oppure mentre uscivo per andare al lavoro mi ha detto “ See you soon!”
Adesso mentre gioca spesso canticchia fra sé le canzoni di Hocus e Lotus.

Commento di Giada Z. mamma di Ginevra (3 anni)

Ora che è finito il corso – il primo anno delle avventure di Hocus&Lotus con la Magic Teacher Nathalie presso il Nido – Ginevra è triste e dispiaciuta perchè la mattina del venerdì era festa al solo pensiero di entrare nel mondo magico di Hocus&Lotus – ma non solo… ora a casa parla e gioca spessissimo in inglese, ad esempio l’ho sentita dire ad una sua bambola: “Lucrezia, Catch me ! Catch me!” oppure l’altro giorno è andata dal Papà (e sappiamo quanto sia vero nel nostro pazzo meteo!) e dire sfregandosi le braccine: “Papà! It’s Cooold!” e il Papà tutto meravigliato poiché era alquanto scettico che potesse veramente funzionare così da piccolini! 

GinevraUntitled design-2

Commento di Sara mamma di Emma (4 anni)
Terminato il secondo anno delle Avventure di Hocus&Lotus con la Magic Teacher Nathalie, Emma praticamente tutti i giorni a casa parla in modo spontaneo in inglese sia con me che con il papà e poi racconta le avventure ad esempio alla nonna:  prende un libro di Hocus&Lotus e sfogliandolo racconta la storia poi chiede alla nonna di ripetere e se la nonna sbaglia un accento la corregge subito dicendo “Ma no Nonna! Non si dice così! Si dice ..”
20160521_172522_ok

Untitled design-2

Commento di Federica B. genitore di Greta C. (3 anni)

A Greta piace moltissimo cantare le canzoni e simulare le storie che vive in classe anche a casa. E ama moltissimo la Magic Teacher Samantha! Una volta, in bagno, suo padre ha tentato di prenderle l’asciugamano e lei ha risposto: “It’s mine!”

Untitled design-2

Commento di Giorgia genitore di Bianca Rachele (3 anni) che ha frequentato il corso nel suo Asilo Nido 

Bianca Rachele è una bimba molto curiosa e il corso le è piaciuto molto, abbiamo ascoltato sempre il cd e devo dire che quando siamo arrivati ad aprile/Maggio alcune storie le cantava con me .. La cosa che di sicuro l’ha colpita di più è stato l’episodio con la farfalla che c lei si chiama byebyebatterflay tutto attaccato! Spero che faccia anche il prossimo corso! Grazie di tutto Magic Teacher Samantha!

Untitled design-2

Commento di Serena genitore di Lorenzo D. (3 anni) che ha frequentato il corso nel suo Asilo Nido

Lorenzo è molto entusiasta del corso. Ormai conta solo in inglese e l’altra sera ci ha stupiti a tavola con intere frasi in inglese! Un successo, grazie Samantha!! 

Untitled design-2

Commento di Maurizia F. genitore di Elena F. (3 anni)

Per Elena ormai alcune cose si dicono solo in inglese! Butterfly, strawberry sono i suoi preferiti. Quando cammina, lo fa a ritmo di Trallallà come Hocus, è simpaticissima! Il corso ci è piaciuto molto anche perchè Elena ama i dinosauri e quindi come non amare Hocus e Lotus? Grazie alla Magic Teacher Samantha!

Untitled design-2

Commento di Marco Z. genitore di Anna Z. (2 anni) che ha frequentato il corso nel suo Asilo Nido

Siamo felicissimi del percorso che abbiamo intrapreso e siamo noi genitori i primi a lanciarci nei canti e nei balli in inglese con Anna! Ci divertiamo moltissimo assieme e Anna ha acquisito un orecchio incredibile per la nuova lingua. Nomina spesso oggetti come ad esempio ball e conta sempre in inglese. Vogliamo assolutamente proseguire l’avventura! Grazie Magic Teacher Samantha!

Untitled design-2

Commento di Claudia mamma di Lucia (10 anni)

Da quanto Lucia frequenta il corso delle Avventure di Hocus&Lotus con la Magic Teacher Nathalie  ci sono stati grandi cambiamenti. Lucia prima odiava l’inglese, ora la sento canticchiare in inglese, le piace e sono migliorati anche i voti a scuola! Inoltre qualsiasi altro corso che le facevamo fare partecipava un paio di volte e poi abbandonava… mentre qui continua a venire volentieri! Poi, l’altro giorno parlava con il papà che era stupito che non “traducevamo” durante la lezione… bhé lei ha cominciato a spiegargli per bene “Ma no, non va bene tradurre bisogna rimanere nel mondo dell’inglese ecc….”
Lucia_2_post del 27febb 2016

Untitled design-2

Commento di Sara mamma di Emma (3 anni)
Devo ammettere sinceramente che in principio non ero molto fiduciosa per l’inizio di questa nuova esperienza, non perché non fossi d’accordo, anzi (avendo io studiato lingue non potrei essere più “tifosa” del fatto di far apprendere una nuova lingua a mia figlia) ma semplicemente perché pensavo fosse troppo presto avendo Emma solo 4 anni.
Devo dire che sono rimasta davvero impressionata dalla facilità con cui Emma sta apprendendo questa novità, per non parlare del fatto che le piace tantissimo come iniziativa e non passa mattina in cui, prima di recarsi all’asilo, non mi chieda se è il “giorno d’inglese”con la Magic Teacher Nathalie .
Trovo che utilizzare i due Dinocroc sia stata un’idea eccellente, hanno davvero un aspetto simpatico e dolce e mia figlia li adora, ha persino deciso di portarli a nanna con lei (ovviamente non potevamo lasciare Lotus da sola…. e ora abbiamo anche Hocus).
Ci sono stati parecchi episodi in cui Emma ha utilizzato un riferimento all’inglese, ma uno in particolare mi ha lasciata senza parole…stava guardando una storiella in inglese sul canale Youtube, quando improvvisamente è entrato un nuovo personaggio nelle sembianze credo di una strega; Emma mi ha chiamata e mi ha detto: “Mamma, what’s that?”.
Si sono verificati anche altri piccoli episodi con singoli vocaboli. Concludendo, posso solo essere pienamente soddisfatta di questa esperienza e spero possa continuare anche in futuro.

Untitled design-2

Commento di Doriana mamma di Marco e Martina (7 e 9 anni)
In questa bellissima intervista, Magic Mum Doriana, ci racconta come Marco e Martina imparano l’inglese con la Magic Teacher Nathalie !
Buona visione!

Untitled design-2

Commento di Nicoletta genitore di Luca (5 anni)
Molto spesso Luca associa le parole che ha imparato durante le lezioni con la Magic Teacher Nathalie  con ciò che vede.  Esempio: se c’é un documentario e fanno vedere delle rane esclama: ” Mamma.. a frog! “
Quando gioca o ha momenti di relax canticchia le canzoncine in inglese e a volte compie gesti che presumo abbia visto dalla “Teacher”. Capita anche che il mercoledì pomeriggio uscito dall’asilo, si trova con alcuni amichetti al parco, si mettono le magliette e poi ripassano la lezione…

Untitled design-2

Commento di Barbara mamma di Samuele (3 anni)
Samuele spesso in camera sua gioca con i pupazzi Hocus e Lotus sceneggiando in inglese gli episodi fatti con la Magic Teacher Nathalie.

Untitled design-2

Commento di Elisa mamma di Ginevra (4 anni)
Ginevra mi chiede lei stessa di fare la DinoRoutine e mi racconta con entusiasmo quello che fate durante il corso e non vede l’ora di leggere/vedere il libro/cartone successivo.
Ginevra poi vorrebbe una maglietta anche per noi genitori per farci partecipare al corso con lei e quando ce n’é l’occasione, è contenta di dire ai suoi e ai nostri emici che all’asilo fa inglese con la Magic Teacher Nathalie..
Spesso a casa canticchia strofe delle canzoni e a volte risponde o fa esclamazioni in inglese, utilizzando semplici parole o formulando brevi frasette sentite nei cartoni e nelle canzoni.

Untitled design-2

Commento di Fabio S. genitore di Ryan S. (3 anni)

Ryan chiede di leggere le storie a casa ed è molto coinvolto da Hocus e Lotus e dalla Magic Teacher Samantha. Riconosce ogni storia dall’immagine, ripetendo il titolo e ripete di sovente durante la giornata, parole singole o 2 parole di fila (ad esempio “this is…”), sperimenta e mischia inglese e italiano. A volte vuole portare a letto i libri per addormentarsi con Hocus e Lotus.
Noi genitori siamo contenti!



Commento di Marianna genitore di Thomas (4 anni)

Quando per radio ascoltiamo musica straniera riconosce la lingua inglese e mi chiede conferma, prima di questo corso non notava queste differenze nella musica.

Untitled design-2

Commento di Alberta Masetti mamma di Bianca e coordinatrice pedagogica presso Scuola dell’Infanzia Angela Grimaldi – Sasso Marconi (Bo)
Ai bambini è fin da subito piaciuto il corso d’inglese pur partendo da un primo momento dove erano tra il divertito e lo spaesato.
Ritengo questo punto fondamentale perché mentre partecipavo ad una lezione di Nathalie insieme ai bambini, mi sono immedesimata molto, anche perché il mio livello di inglese è pari al loro!
Anch’io come loro ero quasi spaesata perché la lezione inizia subito con Nathalie che parla solo inglese… ed è veramente nuovo, strano e a volte difficile… Proprio per questo mi è piaciuto questo metodo che presenta ai bambini delle cose difficili, mi spiego: spesso le attività e le proposte per l’Infanzia vengono estremamente semplificate pensando così di attirare i bambini e di rendere tutto accessibile.
Questo metodo ha ribaltato questo sistema, presentando prima le attività più difficili… Nathalie parla solo inglese e si aiuta con i gesti  infine le attività più semplici: il libro e i cartoni… Dalla lingua parlata con i gesti alle figure, questo è fondamentale perché i bambini hanno quello spaesamento, lo chiamo io, che rende obbligatorio attivarsi per capire, ascoltare, ripetere altrimenti sei fuori dal gioco…
Inoltre, tutto il mondo creato dal metodo Hocus and Lotus è magico e bello: entrare con la maglietta, ascoltare insieme le canzoni, giocare con i pupazzi.
Anche i genitori della scuola sono rimasti molto meravigliati della grande capacità di imparare dei bambini che hanno fatto loro questo mondo e questa nuova lingua.
Alcuni genitori mi hanno riportato che i loro figli a casa hanno usato delle parole in inglese in modo pertinente: due sorelline si rincorrevano intorno ad un tavolo dicendo: Catch me!
Inoltre vivo anche in famiglia l’esperienza Hocus&Lotus perché anche mia figlia -che frequenta la seconda elementare- fa il corso con Nathalie nel pomeriggio…
In famiglia mette una gran allegria ascoltare insieme le canzoni e vedere i cartoni, anche il fratello che studia inglese alle medie è attirato dai cartoni e ascolta con la sorella le storie.
Confrontando l’inglese scolastico con il metodo Hocus&Lotus, quest’ultimo è molto più efficace e meno noioso, spesso io e mia figlia ci ritroviamo a dover imparare a memoria intere pagine di vocaboli, mentre seguendo i Dinocroc tutto diventa più vivo e appetibile.
Grazie ai Dinocroc e soprattutto, devo dirlo, grazie a Nathalie che con il suo entusiasmo ci ha “travolto” e appassionato tutti a scuola e anche a casa a imparare finalmente divertendosi.